Sostienici con una donazione

Come sostenere Amici per la Vita O.N.L.U.S. ed i suoi progetti:

BONIFICO BANCARIO

IBAN:   IT86B0503401740000000027082

Intestato a:  Amici per la Vita O.N.L.U.S.  via Biondelli 9 – 20141 Milano (MI)

Causale: progetto borse di studio Carmel.

CONTO CORRENTE POSTALE

IBANIT05F0760101600000089634570

Intestato a: Amici per la Vita O.N.L.U.S.  via Biondelli 9 Milano – 20141 (MI)

Causale: progetto borse di studio Carmel.

5X1000

97431610159 è il codice fiscale di Amici per la Vita O.N.L.U.S. da scrivere sulla tua dichiarazione dei redditi per devolvere il 5 x 1000.

Il 5 x 1000 è una quota d’imposta a cui lo Stato rinuncia e con la quale ci aiuterai a sostenere i nostri progetti.

Come fare a destinare il 5 x 1000 con la propria dichiarazione dei redditi (modello 730, Unico persone fisiche o CU)? È davvero semplice:

  1. Compila il modulo 730, il CU oppure l’Unico Persone Fisiche;
  2. Firma nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale…“;
  3. Nell’apposito spazio indica il codice fiscale: 97431610159 ;
  4. Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall’ente erogatore della pensione, può destinare il 5 x 1000.
5x1000

Agevolazioni fiscali

Tutti i sostenitori possono così godere delle agevolazioni fiscali per le donazioni in denaro effettuate alle Onlus.
In particolare per le persone fisiche l’erogazione è alternativamente:

  • detraibile dall’imposta lorda ai fini IRPEF per un importo pari al 30% dell’erogazione liberale effettuata, nei limiti di Euro 30.000 annui (art. 83 comma 1 del D.Lgs. 117/2017);
  • deducibile dal reddito complessivo netto nei limiti del 10% del reddito complessivamente dichiarato (art. 83 comma 2 del D.Lgs. 117/2017).

Per gli enti e le società l’erogazione è:

  • deducibile dal reddito complessivo netto nei limiti del 10% del reddito complessivamente dichiarato (art. 83 comma 2 del D.Lgs. 117/2017).

La detrazione/deduzione è consentita a condizione che il versamento di tali erogazioni e contributi sia eseguito tramite banca o ufficio postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’art. 23 del D.lgs. 241/1997 e secondo ulteriori modalità idonee a consentire all’Amministrazione finanziaria lo svolgimento di efficaci controlli.

Le misure agevolative di cui sopra non sono cumulabili con i benefici fiscali contenuti in altre disposizioni. Il donatore pertanto non può usufruire per la medesima liberalità di più agevolazioni fiscali.